Loading... Please waiting.

We IPM your world


We study and provide the best tools
for integrated pest management
in the professional pest control
industry across Europe.

Pest Control events

12th Conference of the IOBC-WPRS Working Group on the Integrated Protection of Stored Products (IPSP)
04-06/09/2019 – ITALIA, Pisa
PEST WORLD 2019
15-18/10/2019 – USA, San Diego
PEST TECH 2019
6/11/2019 – UK, Milton Keynes
   

Invecchiamento Strutturale e Concettuale degli Strumenti per la Disinfestazione


Invecchiamento Strutturale e Concettuale degli Strumenti per la Disinfestazione

Chi lavora nell’ambito della disinfestazione da qualche anno, ha visto questo mondo cambiare in modo radicale attraverso l’innovazione delle tecniche, dei dispositivi e la progressiva scomparsa di molecole insetticide. Talvolta a proporre le innovazioni sono stati gli operatori del settore (disinfestatori, associazioni, enti di certificazione), anticipando il legislatore, talvolta ne hanno seguito la rotta indicata, più o meno volentieri.

L’evoluzione del Pest Control ha preso in considerazione dapprima la tutela dei consumatori, se pensiamo all’ambito alimentare, poi quella dell’ambiente sino a porsi interrogativi leciti sul benessere animale; oggi abbiamo a disposizione strumenti che soddisfano queste esigenze, tuttavia possono andare incontro ad un decadimento che può essere il semplice invecchiamento ed usura del dispositivo ma anche il mancato adeguarsi a norme di un mondo complesso ed in movimento.

È quindi cosa seria, quando si va ad allestire o a rinnovare un impianto di monitoraggio, chiarire qual è la durata di vita ipotizzata per il tipo di dispositivo impiegato sia in termini di invecchiamento sia per le autorizzazioni d’uso. In tal senso è molto importante per il disinfestatore avere chiaro il quadro normativo e che le figure addette al controllo abbiano un modo univoco di interpretare tali norme.

Solo per fare alcuni esempi, se la cattura di roditori con l’uso di colle è consentito sul territorio nazionale ci aspetteremo che tutti gli organi preposti al controllo considerino lecito il loro impiego; se vengono richieste lampade UV a pannello collante in ambito alimentare, ci aspettiamo che tutte le lampade UV a pannello collante, vengano accettate come conformi, purtroppo non sempre è così.

Per quanto concerne il mondo degli enti di certificazione che operano soprattutto in ambito alimentare, è chiaro che il loro campo di azione deve essere inteso su di un piano internazionale e di conseguenza le loro richieste possono andare oltre il rispetto della legislazione in vigore sul territorio nazionale.

Fatti che si collocano al di fuori di tale logica dovrebbero essere segnalati alle associazioni di categoria, raccolti ed elaborati per verificarne la liceità.

Marco Caimi
Specialista in Entomologia