Loading... Please waiting.

We IPM your world


We study and provide the best tools
for integrated pest management
in the professional pest control
industry across Europe.

Pest Control events

12th Conference of the IOBC-WPRS Working Group on the Integrated Protection of Stored Products (IPSP)
04-06/09/2019 – ITALIA, Pisa
PEST WORLD 2019
15-18/10/2019 – USA, San Diego
PEST TECH 2019
6/11/2019 – UK, Milton Keynes
   

L'importanza del parere critico di un disinfestatore


L'importanza del parere critico di un disinfestatore

Il Disinfestatore, a nostro parere, deve affermare il proprio ruolo di educatore nei confronti della clientela intesa a 360°: è palese che chi opera in questo campo viene a trovarsi in rapporti con persone che mostrano diversi livelli di conoscenza del mondo del controllo infestanti.

La revisione dei biocidi iniziata anni fa, la recente analisi critica dei rodenticidi e la sempre maggiore attenzione richiesta da organi terzi di controllo ed enti certificatori per la tutela degli alimenti e dell’ambiente, hanno ingenerato una crescita virtuosa del mondo della disinfestazione, portando ad esempio alla scomparsa di molecole “critiche” ed a norme sull'impiego dei rodenticidi più restrittive.

Dall’altra parte, i responsabili di qualità delle aziende alimentari, hanno acquisito negli anni una formazione elevata, è pertanto più agevole comunicare con queste figure in termini di monitoraggio e prevenzione delle infestazioni.

Sono tuttavia ancora frequenti le realtà in cui si ritiene che la disinfestazione in senso stretto consista  nel controllo degli infestanti e in cui i consigli del professionista del pest control sono visti come una presa di distanza dalle proprie responsabilità o in cui, ancora peggio, la lotta agli infestanti diviene uno strumento di propaganda nei confronti dell’opinione pubblica.

Chi opera nel settore non deve però arrendersi a richieste stravaganti, incoerenti rispetto alle conoscenze biologiche ed etologiche di un infestante. Se vogliamo ragionare secondo un’ipotesi, possiamo immaginare che ci venga richiesto da un comune un intervento di lotta contro ditteri simulidi allo stadio adulto, ma sappiamo della ridotta efficacia di tale azione e del suo costo ecologico (R. Romi, L. Mancini, M. Di Luca, L. Rivosecchi; “Guida per il riconoscimento e il controllo dei Simulidi che attaccano bestiame e uomo in Italia” Rapporti ISTISAN 98/10); al di là dei contratti in corso, abbiamo la forza di opporci a tale richiesta e di proporre piani di lotta adeguati? Possiamo immaginare di educare questo nostro cliente? Siamo in grado di avere un atteggiamento serio su tutti gli aspetti che riguardano le attività di controllo infestanti?

Se a credere in tale obiettivo saranno realtà isolate è probabile che si affermeranno ancora  logiche di mercato tali da ridurne la competitività, poiché tali comportamenti virtuosi si traducono sovente in costi maggiori, E’ quindi importante che un associazione di categoria fornisca linee guida in tal senso, esigendone il rispetto e rafforzando così la coesione di aziende capaci di erogare un servizio rispettoso dell’ambiente e della salute pubblica .